≡ Menu,,en,clicca per tornare a casa,,en,Errore fatale,,en,Chiama alla funzione non definita vertical_menu,,en,home / content / 56/7806356 / html / wp-content / plugins / exec-php / include / runtime.php,,en,eval,,en,codice,,en,in linea,,en

Angeli VanLaanen Conquers malattia di Lyme e mira a vincere alle Olimpiadi di Sochi

lyme disease athlete angeli vanlaanen us freeskiier sochi 2014

14 anni della malattia di Lyme, ma ora VanLaanen spera per l'oro a Sochi.

Dopo aver vinto un posto nella squadra Sochi da svettanti alla vittoria nei suoi ultimi cinque turni di qualificazione, freeskieer Angeli VanLaanen dice che è senza sintomi e stare in salute dopo una lunga e difficile battaglia con La malattia di Lyme. Il suo segreto? Mantenere una dieta sana e il mantenimento di una mente tranquilla attraverso la meditazione, ma non dare nulla per scontato.

Mistero malattia Ferma Carriera

VanLaanen è ora un portavoce di un cittadino malattia di Lyme fondazione (LymeLight) e fonte di ispirazione per tutti coloro che lottano con l'infezione. Un documentario è stato fatto in dettaglio la sua lotta con Lyme che la mise fuori combattimento per molti anni dopo un inizio incredibilmente promettente per la sua carriera freeski. Questo freeskier esuberante sofferto con misteriosi dolori articolari, spasmi muscolari, estrema stanchezza e una serie di altri nefasti sintomi della malattia di Lyme, ma senza un trattamento adeguato diagnosi e le sue condizioni peggiorarono solo anno dopo anno.

Malattia di Lyme – All In Your Head?

I dell'Olimpo svenimenti esperti, vertigine, mal di testa, e mal di schiena, ma con nessuna risposta ovvia presentandosi ai suoi medici fu spesso detto che i suoi sintomi della malattia di Lyme sono stati “& Gt; tutto nella sua testa. Questo ritornello familiare persisteva anche come condizione sabotato la sua carriera e ha avuto un enorme impatto sulla sua qualità di vita.

Documentario malattia di Lyme Accreditato con carriera di Saving VanLaanen

Per 14 anni VanLaanen riuscita a mantenere la speranza di una carriera di successo come sciatore professionista, ma è stato solo dopo la zia guardava la malattia di Lyme documentario 'sotto la nostra pelle’ e riconosciuto i sintomi della nipote che VanLaanen finalmente messo piede sulla strada della ripresa. Due settimane più tardi e VanLaanen aveva una diagnosi confermata di malattia di Lyme. Ora 28 anni, VanLaanen sospetta che ha contratto la malattia di Lyme tutto il tempo aveva dieci anni quando viveva in Wisconsin. La moltitudine di sintomi di VanLaanen, che vanno e vengono, apparentemente in modo casuale durante la sua adolescenza e primi anni Venti confusi medici, ma dopo che la diagnosi non c'era speranza di una risoluzione e un ritorno alla salute.


Top Spot per VanLaanen

Infatti, VanLaanen è scoppiata di nuovo sulla scena freeski, avendo continuato ad allenarsi quando riusciva nel corso degli anni. Nel mese di dicembre 2013 ha messo in secondo freestyle superpipe finale femminile alle Dew Tour ION Mountain Championships, e lei è venuto prima in U.S delle donne. Grand Prix evento sci halfpipe freestyle nel gennaio di quest'anno.

Avendo una volta svenuto su una seggiovia dal dolore, e di dover abbandonare la gare come sintomi della malattia di Lyme svasati, VanLaanen sa più che la maggior parte degli atleti Sochi quanto tempo una strada può essere quello di qualificarsi per le Olimpiadi. Ha preso tre anni di distanza dal suo amato sport di dedicare tutte le sue energie nella conquista di Lyme e riguadagnare la sua salute.

Combattere la malattia di Lyme – Olympic-Style

Antibiotici (compresi antibiotici per via endovenosa), interventi dietetici, e una mentalità positiva è quello che il suo ottenuto attraverso. La natura di lunga data della sua condizione significava che c'era un sacco di guarigione necessaria, ma non uno di riposare sugli allori, VanLaanen trascorso questi tre anni alzando anche i soldi per produrre un documentario su di lei calvario. ‘LymeLight‘ mira a sensibilizzare l'infezione generalmente diffusa da morso di zecca, ma ora anche considerata una possibile malattia a trasmissione sessuale.

VanLaanen non ha avuto alcun sintomi della malattia di Lyme per un anno ed è considerato un vero e proprio concorrente per una medaglia nella ski halfpipe olimpico, in competizione con il campione in carica mondo Virginie Faivre Svizzera. Avendo dovuto combattere con problemi di salute per così tanto tempo, combattimento fuori concorso a Sochi potrebbe rivelarsi un po 'più facile per questo atleta intrepido.

{ 0 commenti… aggiungere un }

Lascia un tuo commento