≡ Menu,,en,clicca per tornare a casa,,en,Errore fatale,,en,Chiama alla funzione non definita vertical_menu,,en,home / content / 56/7806356 / html / wp-content / plugins / exec-php / include / runtime.php,,en,eval,,en,codice,,en,in linea,,en

Gli antibiotici possono prevenire l'osteoporosi malattia di Lyme?

osteoporosis hip fracture lyme diseaseUna scansione DEXA è un test di screening standard per la densità ossea e può essere raccomandato per i pazienti a cui sono prescritti farmaci nella stessa classe di clindamicina e flagyl, che possono influenzare negativamente la densità delle ossa. Alcuni pazienti a rischio di perdita ossea per altri motivi, ad esempio una mancanza di mobilità esistente, o per le donne che sono in post-menopausa, può essere prescritto un La malattia di Lyme antibiotico farmaci come minociclina invece. Questo antibiotico è stato effettivamente trovato in un piccolo studio condotto su animali da Williams (et al, 1998), per ridurre il riassorbimento osseo (rimozione) e per stimolare la crescita di nuovo osso. Lo studio è stato condotto su ratti femmine che avevano avuto le loro ovaie rimosse, rendendo difficile generalizzare i risultati per tutti i pazienti con malattia di Lyme, ma può essere una considerazione comunque per coloro che hanno livelli bassi di estrogeni e stanno ricevendo trattamento di malattia di Lyme.


Un altro studio da 1991 da Sasaki, et al, riscontrato che la tetraciclina potrebbe avere possibili benefici per la salute delle ossa, in alcuni gruppi di pazienti come si presentava a ripristinare la struttura e la funzione degli osteoblasti in un modello animale diabetico dopo appena tre settimane di trattamento. Gli osteoblasti sono le cellule ossee che creano nuovo tessuto osseo, al contrario di osteoclasti che sono responsabili della distruzione dell'osso. Osteopenia, che è una complicazione in alcuni pazienti di diabete mellito, possono poi essere beneficiato dalla scelta di tetraciclina malattia di Lyme antibiotici su altri possibili farmaci, soprattutto se utilizzata a più lungo termine.

Doxiciclina a basso dosaggio per la malattia parodontale e l'osteoporosi

Doxiciclina è stato anche dimostrato in un recente studio (Golub, et al, 2010), utilizzando gli umani piuttosto che ratti, per ridurre significativamente la progressione della malattia parodontale in donne in postmenopausa con osteopenia. La dose di doxiciclina utilizzata in questo studio era, tuttavia, inferiore di quanto sarebbe necessario per trattare la malattia di Lyme. Il subantimicrobial-dose-doxiciclina (SDD) trattamento è stato associato con una riduzione biomarcatori di distruzione di collagene (con conseguenze per la salute del tessuto connettivo), e ridotto riassorbimento osseo. Questo studio ha osservato 128 le donne con parodontite cronica che hanno ricevuto o compresse di placebo o SDD giorno per due anni insieme con la cura standard. Le donne non erano ancora in farmaci anti-osteoporosi e tale terapia può consentire loro di rinviare la necessità di tale trattamento dell'osteoporosi, ma non sarebbe sufficiente per trattare la malattia di Lyme dovrebbe essere presente o verificarsi mentre sul farmaco.

Continue Reading –> Le cause della malattia di Lyme osteoporosi