≡ Menu,,en,clicca per tornare a casa,,en,Errore fatale,,en,Chiama alla funzione non definita vertical_menu,,en,home / content / 56/7806356 / html / wp-content / plugins / exec-php / include / runtime.php,,en,eval,,en,codice,,en,in linea,,en

Antibiotici malattia di Lyme e fotosensibilità

photosensitivty drug induced lyme disease treatment side effects

Doxiciclina e le altre malattie antibiotici Lyme possono indurre reazioni di fotosensibilità e fototossiche.

I pazienti in trattamento per la malattia di Lyme con antibiotici come doxiciclina possono trovare che si sviluppano fotosensibilità indotta da farmaci, tra gli altri possibili effetti collaterali di antibiotici. Fotosensibilità indotta da farmaci può includere sintomi quali mal di testa, eruzioni cutanee, maggiore presenza di scottature, e anche la crescita anormale delle cellule della pelle a causa di reazioni di fototossicità e fotoallergica. In tale fotosensibilità indotta da farmaci né la luce né il farmaco da solo è responsabile per lo sviluppo della malattia cutanea. Se siete in trattamento per l'infezione da Borrelia assicuratevi di conoscere i potenziali effetti collaterali di antibiotici e le vostre prendere misure per ridurre il rischio di fotosensibilità nel trattamento della malattia di Lyme.

Lupus, Malattia di Lyme, e antibiotici effetti collaterali

Reazioni fotosensibili indotte da farmaci possono includere una reazione lichenoide planus, pseudoporfiria, e anche lupus eritematoso subacuto cutaneo. È facile vedere, quindi, come i pazienti ed i loro medici potrebbero confondersi con la sintomatologia della malattia di Lyme, soprattutto se c'è già un problema di diagnosi differenziale del lupus. Alcune pomate antibiotiche o creme possono indurre fotosensibilità, mentre altri casi sono causati da farmaci sistemici, come gli antibiotici orali. La doxiciclina non è pensato per indurre reazioni fotoallergiche o un lupus eritematoso subacuto risposta, anche se altri antibiotici utilizzati per il trattamento della malattia di Lyme possono causare tali sintomi.

Sunburn e trattamento Malattia di Lyme

Non tutta l'esposizione alla luce può indurre fotosensibilità nel trattamento della malattia di Lyme e le lunghezze d'onda che fanno porre problemi può variare a seconda dei composti chimici specifici coinvolti. Lunghezze d'onda tra la gamma 320-400nm (raggi ultravioletti A) e all'interno della gamma visibile sono quelle più comunemente implicati in reazioni di fotosensibilità indotti da farmaci. A volte i pazienti reagiscono ai raggi ultravioletti B (290-320nm) lunghezze d'onda e queste sono anche le lunghezze d'onda responsabili di scottature e tumori della pelle non melanoma.


Antibiotici malattia di Lyme e fotosensibilità

I farmaci che sono noti per causare reazioni di fotosensibilità sono il gruppo delle tetracicline di antibiotici, insieme con fluorochinoloni, e sulfonaminde. Ciprofloxacina, ofloxacina, levofloxacina e può essere usato per trattare la malattia di Lyme, specialmente malattia di Lyme in una forma cistica, e questi tipi di malattia di Lyme antibiotici possono causare una reazione fototossica ma non causare fotoallergia, reazione lichenoide, pseudoporfiria, o una risposta lupus-simile. Sulfamidici condividono queste caratteristiche con i fluorochinoloni.

Scelta Antibiotici malattia di Lyme

Scelta della malattia di Lyme antibiotici è di solito basato sulla disponibilità, efficacia, e fattori come la gravidanza, allergie, o altri farmaci o condizioni mediche. Dove i pazienti possono andare incontro a significativa esposizione al sole durante il trattamento può essere saggio a prendere in considerazione i risultati di uno studio condotto da Luger, et al (1995) che ha trovato che 6% dei pazienti trattati per la malattia di Lyme in fase iniziale erano reazioni di fotosensibilità rispetto al 0% in quelli trattati con acetil-cefuroxime. Doxiciclina innescato eventi avversi in 28% dei pazienti rispetto al 17% dei pazienti trattati con cefuroxima, e un altro studio ha trovato che entrambe le reazioni di fotosensibilità e disturbi gastrointestinali .

lyme disease treatment side effects nsaids photosensitivity

Anche FANS utilizzati per il dolore nella malattia di Lyme possono indurre una reazione di fotosensibilità.

Il trattamento della malattia di Lyme e fotosensibilità

Pazienti con malattia di Lyme possono anche fare uso di farmaci anti-infiammatori non steroidei come l'ibuprofene, ketoprofene, naproxene, o celcoxib, per gestire i sintomi della malattia di Lyme e questi FANS possono anche innescare fotosensibilità. Pazienti con malattia di Lyme possono voler passare antibiotici se le reazioni di fotosensibilità si verifica, ma dove questo continua anche dopo il passaggio potrebbe essere che altri farmaci sono da biasimare. Contraccettivi orali, salicilati, e persino profumo, creme solari e altre lozioni possono causare fotosensibilità causa dell'inclusione di muschio ambretta, 6-methylcoumarin, e acido para-aminobenzoico nelle loro formulazioni.

Fototossicità e reazioni fotoallergiche

Fototossicità è una conseguenza del danno composti innesco membrana cellulare attivato dalla luce o addirittura danni al DNA. Queste reazioni tendono ad essere dose-dipendente e si verificano in molte persone date quantità sufficienti di farmaci specifici. Malati possono limitarsi a respingere la reazione come scottature estremo e persino peggiorare la situazione, utilizzando la protezione solare supplementare che contiene PABA. In contast, Reazioni fotoallergiche sono mediati da risposte del sistema immunitario al composto e guardare piuttosto come dermatite da contatto. Si verificano solo tali reazioni in aree di pelle esposta al sole, ma possono interessare un'area estesa della pelle se la reazione continua incontrollato o è grave.

Fototossicità e fotosensibilità

Reazioni fototossiche hanno un'alta incidenza, mentre le reazioni fotoallergiche sono relativamente rari. Dove si verificano reazioni fotoallergiche, tuttavia, essi sono spesso innescati da solo una piccola quantità di farmaco e di esposizione alla luce; reazioni fototossiche bisogno di una quantità maggiore di farmaco in generale, ma possono verificarsi entro minuti o ore, a differenza di reazioni fotoallergiche che hanno luogo al giorno per tre giorni dopo l'esposizione.

Pazienti con malattia di Lyme in trattamento con antibiotici o che sviluppano reazioni di fotosensibilità, che sono inspiegabili dovrebbero consultare il proprio medico per stabilire la causa dei loro sintomi. In alcuni casi si può ritenere che il trattamento della malattia di Lyme è inefficace in quanto alcuni sintomi come mal di testa e la sensibilità della luce continua; questo può infatti essere una risposta agli antibiotici stessi e potrebbe richiedere un cambiamento nella terapia per evitare Malattia di Lyme reazioni di fotosensibilità agli antibiotici.

Riferimenti

Ogrinc K, Logar M, Lotric-Furlan S, Cerar D, Ruzic-Sabljić E, Strle F., Doxiciclina contro ceftriaxone per il trattamento dei pazienti con borreliosi di Lyme cronica. Wien Klin Wochenschr. 2006 Novembre;118(21-22):696-701.

Luger SW, Paparone P, Wormser GP, Nadelman RB, Grunwaldt E, Gomez G, Wisniewski M, Collins JJ. Confronto di acetossietilcefuroxima e doxiciclina nel trattamento dei pazienti con la malattia di Lyme precoce associata ad eritema migrans. Antimicrob Agenti Chemother. 1995 Mare;39(3):661-7.

Strle F, Maraspin V, Lotric-Furlan S, Ruzic-Sabljić E, Cimperman J. Azitromicina e doxiciclina per il trattamento di Borrelia cultura-positivi eritema migrante. Infezione. 1996 Gennaio-febbraio;24(1):64-8.