≡ Menu,,en,clicca per tornare a casa,,en,Errore fatale,,en,Chiama alla funzione non definita vertical_menu,,en,home / content / 56/7806356 / html / wp-content / plugins / exec-php / include / runtime.php,,en,eval,,en,codice,,en,in linea,,en

Malattia di Lyme scansioni MRI e prognosi

MRi Scan Multiple Sclerosis misdiagnosed Lyme neuroborreliosis

Risonanza magnetica di un paziente con sospetta sclerosi multipla, successivamente diagnosticati con Lyme neuroborreliosi. Una lesione è chiaro nel lato sinistro gangli della base e la capsula posteriore interna (Wilke, et al, 2000).

Risultati specifici relativi malattia di Lyme risonanza magnetica sono stati riportati in un articolo di Oksi (et al, 1998). In tre pazienti con infezione da Borrelia burgdorferi e la malattia neurologica non vi erano prove sulla MRI di perivascolare o vasculitica infiammazione linfocitica nel loro tessuto cerebrale. Un paziente, che in seguito morto per la malattia di Lyme, aveva grandi aree di demielinizzazione della sostanza bianca periventricolare in rilevato da MRI scan e istologia. Un altro paziente, un bambino, presentato con improvvisa debolezza su un lato del corpo (emiparesi), mentre un paziente più anziano (un uomo 40yr vecchio) ha avuto crisi epilettiche come sintomo di malattia di Lyme. Il paziente quest'ultimo aveva numerose lesioni rilevate sulla sua risonanza magnetica che si è risolta in seguito a cicli ripetuti di antibiotici. Gli autori di questo documento ha concluso che vasculite cerebrale ed encefalite linfocitaria multifocale può essere associata a Lyme neuroborreliosi e che l'infiammazione è probabilmente un fattore chiave per lo sviluppo di complicanze neurologiche della malattia di Lyme.


MRI nella malattia di Lyme rivela fonte di sintomi come sentire-Loss

Una malattia di Lyme MRI può anche fornire una spiegazione per la perdita dell'udito per i quali non vi è alcuna causa apparente. Iero (et al, 2004) relazione su un paziente con poche manifestazioni cliniche della malattia di Lyme, ma che mostravano le lesioni nella materia bianca della regione periventricolare subcorticale su una risonanza magnetica. Gli autori suggeriscono che il test per gli anticorpi della malattia di Lyme dovrebbe verificarsi nei casi in cui la leucoencefalopatia inspiegabile si presenta come una lesione isolata del ottavo nervo cranico può costituire l'unico segno neurologica della malattia di Lyme. Un caso che coinvolge un bambino di otto anni con la malattia di Lyme, presentata dalla Lebas (et al, 2010) anche dimostrato l'uso di MRI. Il paziente aveva vasculite cerebrale e subito un infarto causato da Lyme neuroborreliosi, con lesioni ischemiche (aree in cui il flusso di sangue era cut-off) nel ponte e nel cervelletto. La malattia di Lyme può essere una causa rara di ictus nei bambini, ma questi ricercatori hanno dimostrato che l'uso di un gadolinio La RM è stato utile per individuare anomalie nei vasi sanguigni del cervello in un bambino con ictus cerebrale. Il bambino ha risposto bene al trattamento e senza stenosi dell'arteria basilare (restringimento) era evidente nove mesi dopo il trattamento.

Vasculite cerebrale e di Lyme neuroborreliosi


In un caso fatale di non diagnosticata la malattia di Lyme in pazienti adulti con neuroborreliosi, descritto in un rapporto di Buchwald (et al, 2010), improvvisa comparsa di emiparesi inizialmente risolto in parte, e il paziente è stato dimesso inizialmente seguenti miglioramenti. Questo 25yr-old fumatore ha mostrato evidenza di vasculite cerebrale con un piccolo infarto sottocorticale rivelata da una risonanza magnetica e TAC. I medici scontato neuroborreliosi Lyme come possibile causa, nonostante il paziente che RELAZIONETed viene morso da un spuntare, come nessun altro Sintomi di malattia di Lyme erano presenti, come eritema migrans, mal di testa, febbre, o dolori articolari. Cinque settimane dopo che il paziente è stato dimesso, la sua condizione degenerata e ha sviluppato disfasia (incapacità di comunicare) e paresi (debolezza) della gamba sinistra. A otto settimane è stato dato un altro MRI e TC con sequenze angiografiche ei medici trovato un infarto nella zona perfuso dalla sinistra dell'arteria cerebrale anteriore e la degenerazione dell'arteria basilare, entrambe le arterie cerebrali medie e sinistra dell'arteria cerebrale anteriore si.

Accurate Reading MRI Saves Lives

Prove di CSF questo paziente ha rivelato aumento delle proteine ​​e l'aumento dei globuli bianchi e un ELISA sono risultati positivi per Borrelia anticorpi IgM. Gli esami del sangue sono risultati positivi anche per anticorpi IgG per Borrelia. PCR test il CSF erano negativi per il DNA Borrelia tuttavia. Il paziente ha ricevuto un trattamento doxiciclina per dodici giorni, insieme con Metilprednisolone per via endovenosa per tre giorni e prednisone orale, dopo che però ha continuato a deteriorarsi e la vasculite ed ischemia progredito. Il paziente morì tre settimane dopo a seguito di edema cerebrale e ernia transtentoriale e subfalcine, che è dove le parti del cervello spostamento nel cranio portando ad un pericoloso aumento della pressione endocranica e ischemia potenzialmente fatale, come era il caso sfortunato qui. È chiaro che un migliore riconoscimento di vasculite cerebrale come un possibile segno di malattia di Lyme, anche in assenza di altre condizioni, può portare all'intervento trattamento più rapido e una migliore prognosi della malattia di Lyme in tali casi.

Tale un caso estremo di un sintomo isolato di neuroborreliosi Lyme è estremamente rara e Buchwald (et al) ipotizzano che è l'unico caso registrato nella letteratura medica. Gli autori hanno anche notare che il ritardo nella ricerca di cure mediche a seguito del deterioramento delle condizioni del paziente verosimilmente contribuito il corso fatale della malattia, ma che un indice di sospetto dovrebbe essere utilizzata, in particolare Lyme è endemica sia per la corsa 'criptogenetica' e vasculite cerebrale. L'importanza della corretta applicazione, e interpretazione, della malattia di Lyme risonanza magnetica non deve essere trascurato, come dimostrato da questi casi.

Vista Riferimenti