≡ Menu,,en,clicca per tornare a casa,,en,Errore fatale,,en,Chiama alla funzione non definita vertical_menu,,en,home / content / 56/7806356 / html / wp-content / plugins / exec-php / include / runtime.php,,en,eval,,en,codice,,en,in linea,,en

Malattia di Lyme epidemie

lyme disease outbreaks tick awarenessFocolai di malattia di Lyme, e maggiore incidenza di un certo numero di altre malattie, sono monitorati e previsto dall'Organizzazione Mondiale della Sanità a causa del loro collegamento con il clima. L'aumento frequentemente osservata nei casi di malattia di Lyme nei mesi estivi non si pensa in relazione al clima comunque e sono invece considerato un risultato semplicemente della maggiore esposizione degli esseri umani verso l'esterno quando si va a fare un picnic, escursioni, in campeggio e così via (Orloski, et al, 2000). L'aumento rischio di esposizione alle zecche mentre all'aperto mette anche le persone in pericolo di infezione a Babesiosi, Ehrlichiosi, e Rocky Mountain Spotted Fever.

Secondo i Centers for Disease Control (CDC) rapporti 1990-2008, Stato di New York è stato il più colpito da focolai di malattia di Lyme, seguita da Pennsylvania, Connecticut, New Jersey, Massachusetts, Wisconsin e Maryland. Il rischio di esposizione alla malattia di Lyme è considerata meno in altri Stati ma chiunque trascorrere del tempo all'aperto in aree vegetate deve esercitare cautela nel morso di zecca. La più infame di casi nel storia di malattia di Lyme è il focolaio in Old Lyme, Connecticut, che ha portato alla classificazione della malattia nel 1970.


Malattia di Lyme è la più diffusa trasmessa da zecca condizione negli Stati Uniti ed è più di una preoccupazione si che nel resto del mondo. Tuttavia, molti medici sono consapevoli del rischio di malattia di Lyme e la sua sintomi il che può significare che la malattia è di gran lunga sotto-riportato. Il CDC stimato intorno 35,000 nuovi casi 2008 ma la reale incidenza potrebbe essere notevolmente più alto. La maggior parte dei casi sono segnalati nel mese di giugno e luglio di ogni anno, con la maggior parte avviene tra aprile e ottobre. In luoghi come il Texas, in cui la malattia di Lyme non è considerata endemica, il tasso di casi confermati è solo intorno 0.4 per 100,000 persone. La probabilità è che in molti casi non vengono riconosciute da medici in Texas e può essere diagnosi errate.

La zecca Lone Star (Amblyomma americanum) è anche pensato di portare Borrelia burgdorferi, il batterio che causa la malattia di Lyme focolai, e questo può significare che i pazienti sono affetti co-infezioni che rimane non diagnosticata e non trattata. Le differenze nel modo in cui i casi sono segnalati in tutto il mondo può significare che i tassi di incidenza in Europa, Asia, e la Russia non possono essere direttamente paragonabili a quelle in Nord America.


L'aumento dei casi di malattia di Lyme

La presenza di zecche in una particolare zona è collegata alle condizioni climatiche e di ricerca negli ultimi anni sembra mostrare che la popolazione zecca può essere ragionevolmente previsto con precisione usando una combinazione di misure di temperatura e di NDVI (Normalized Difference Vegetation Index). NDVI è uno strumento in cui la distribuzione di vita verde è in grado di essere rilevato, solitamente usando immagini satellitari e tecniche di telerilevamento (Kitron et al. 1997, Estrada-Peña 2002). Le zecche sono molto più probabilità di essere presente dove la vegetazione rigogliosa è disponibile, in particolare quando questa vegetazione è abbastanza continuo e non interrotto da spazi aperti o aree asciutte.

Utilizzando tali valutazioni è possibile creare predittivo La malattia di Lyme mappe e su misura avvertenze sanitarie al rischio probabile di un focolaio di malattia di Lyme. Tali mappe sono state utilizzate in Nord America, sia a livello statale e nazionale e tecniche simili sono anche in uso in Europa (Nicholson e Mather 1996, Dister et al. 1997, Kitron et al. 1997, Estrada-Peña 1998, Randolph 2001, Randolph 2000). Mappatura della distribuzione dei Zecche Ixodes non è l'unico modo che le autorità sanitarie stanno guardando prevedere o, più ottimisticamente, prevenire la malattia di Lyme focolai.

Collegamento popolazioni animali con focolai della malattia di Lyme

I ricercatori presso l'Istituto di studio degli ecosistemi in Millbrook, New York, ha emesso un avviso in 1999 che che il grande raccolto di caduta ghianda potrebbe significare un importante focolaio di malattia di Lyme l'anno successivo. Il loro ragionamento era che gli animali come topi e cervi sarebbe attratto al territorio e che questi sono i principali host-animales per le zecche che trasmettere la malattia di Lyme. Come era, non ci sono notizie dei principali focolai della malattia di Lyme nella zona collegati ai boschi di querce, forse a causa di persone di essere più consapevoli del rischio e l'adozione di misure per prevenire barrare morsi oppure a causa di altri fattori.

lyme disease outbreaks prevention climate

Ulteriori ricerche presso l'Università del Connecticut e Oregon State University stabilito una chiara connessione tra la dimensione di un raccolto ghianda e il numero di zecche in una zona. Nei casi in cui la produzione è aumentata ghianda così ha fatto il numero di falene zingari, bianco-footed topi, cervi e, e negli anni dopo un raccolto grande ghianda il numero di larve di zecche si diceva fossero otto volte quelli degli anni poveri di ghiande. Il numero di zecche di ogni topo sono stati anche stabilito che sia su 40% superiore a seguito di un buon raccolto ghianda. Questo tipo di ricerca è utile, forse, nel dare indicazioni al fine di evitare tick-aree endemiche e nella determinazione dei livelli di rischio per la focolai della malattia di Lyme, ma c'è poco che si può fare per ridurre i livelli di zecche anche senza influenzare l'ecosistema di una zona più ampia.


Riferimenti

Nicholson MC, Mather TN. (1996) Metodi di valutazione dei rischi della malattia di Lyme utilizzando sistemi informativi geografici e analisi geospaziali. Journal of Medical Entomologia, 33(5): 711-720.

Estrada-Peña A. (1998) Geostatistica e telerilevamento come strumenti predittivi di distribuzione tick: un sistema cokriging per stimare Ixodes scapularis (Acari : Ixodidae) idoneità habitat negli Stati Uniti e in Canada dal avanzata Very High Resolution Radiometer immagini satellitari. Journal of Medical Entomologia, 35(6): 989-995.

Dister SW, et al. (1997) Caratterizzazione del paesaggio del rischio per la malattia di Lyme peridomestic utilizzando immagini satellitari. American Journal of Medicina Tropicale e Igiene, 57(6): 687-692.

Randolph SE. (2001). Il paesaggio spostamento di zoonosi trasmesse da zecche: encefalite da zecche e la borreliosi di Lyme in Europa. Philosophical Transactions della Royal Society of London Series B Scienze Biologiche.; 356:1045-56

Randolph SE. (2000) Zecche e malattie trasmesse da sistemi nello spazio e dallo spazio. Advances in Parassitologia, 47: 217-243.

WHO | Utilizzando il clima per prevedere epidemie: una revisione http://j.mp / llirjl

Kitron U, et al. (1997) Analisi spaziale della distribuzione di encefalite lacrosse in Illinois, utilizzando un sistema di informazione geografica e statistica spaziale locale e globale. American Journal of Medicina Tropicale e Igiene, 57(4): 469-475.

Orloski KA, et al. (2000) Sorveglianza per malattia di Lyme – Stati Uniti 1992-1998. La morbidità e mortalità Rapporto settimanale, Centres for Disease Control, Atlanta, 28: 1-11.