≡ Menu,,en,clicca per tornare a casa,,en,Errore fatale,,en,Chiama alla funzione non definita vertical_menu,,en,home / content / 56/7806356 / html / wp-content / plugins / exec-php / include / runtime.php,,en,eval,,en,codice,,en,in linea,,en

Lyme Disease Prevention – Rimozione di specie di piante invasive per il controllo delle zecche.

japanese barberry and lyme disease preventionStrategie per la prevenzione della malattia di Lyme hanno spaziato da abbattimenti di cervi di massa a una diffusa polverizzazione di parchi pubblici, ma a Oxford, Connecticut, una nuova tattica viene usata: il rimozione di crespino giapponese da aree boschive. Potrebbe la eradicazione di questa specie vegetali invasive essere un modo efficace per ridurre casi di malattia di Lyme? Un nuovo studio suggerisce che è.

A partire dal 12 agosto, un team di otto da AmeriCorps, guidata da Tom Adamski e Susan Purcella Gibbons dalla Conservation Commissione Oxford, lavorato per tre giorni per rimuovere ciocche di crespino giapponese da una zona di terra presso Rockhouse Hill Preserve. Questo, secondo una ricerca condotta da scienziati del Connecticut e Agricoltura Experiment Station (CAES), Jeffrey Ward e Scott Williams, può ridurre la presenza della malattia di Lyme zecche conduttive da alcuni 80%.

Malattia di Lyme paesaggistica

Tale breve, intensiva, progetto non può sradicare tutto il crespino sulla terra, ma può avere un impatto significativo e incoraggiare gli altri a intraprendere azioni simili su loro proprietà, riducendo così il carico di malattia di Lyme più lontano. Crespino giapponese è una delle tante specie di piante invasive non autoctone della zona e tali impianti può diminuire la biodiversità che, stessa, è stata recentemente associato con l'incidenza della malattia di Lyme. La rimozione di tali specie vegetali invasive può aiutare flora locale (e fauna) riaffermarsi e di ristabilire un equilibrio più gradevole che potrebbe aiutare a controllo del battito naturale.

AmeriCorps e le iniziative di salute pubblica

Il progetto affronta una serie di questioni sociali, compreso l'onere della malattia di Lyme in una comunità così come la necessità di impegnarsi in- e disoccupati in un lavoro significativo, che serve loro comunità locale e in grado di insegnare loro le competenze trasferibili a prendere in lavoro. AmeriCorps è un programma federale negli Stati Uniti dove le organizzazioni della comunità senza scopo di lucro lavorano al fianco delle agenzie pubbliche per la realizzazione di progetti che coinvolgono le popolazioni locali in posizioni a tempo pieno o parziale. A partire dal 1994, AmeriCorps ora ha oltre 80,000 i membri che lavorano in settori dell'istruzione, la salute pubblica e la sicurezza, così come la tutela dell'ambiente. L'ultimo progetto riguarda senza dubbio tutte queste basi, contribuendo ad aumentare la consapevolezza della malattia di Lyme e la biodiversità, riducendo il rischio di esposizione alle zecche che trasportano batteri come Borrelia burgdorferi, e diminuendo l'incidenza (fiduciosamente) della malattia di Lyme nella popolazione locale.


Che cosa è Crespino giapponese e perché è importante?

Impiegando i locali fuori dal lavoro e volontari sembra avere il vantaggio di rafforzare i legami della comunità e della responsabilità civica, con più persone scelgono di andare in una carriera nel servizio pubblico, dopo un periodo di lavoro in AmeriCorps. Forse una task force di malattia di Lyme può essere stabilita attraverso gli Stati Uniti, sotto l'ombrello del AmeriCorps al fine di affrontare le specie vegetali invasive ed aumentare la visibilità della prevenzione della malattia di Lyme sforzi. Crespino giapponese è considerata una specie di piante invasive in almeno venti stati americani e il Distretto di Columbia, ma rimane in vendita presso molti vivai di piante in tutto il paese. Una volta piantato e ha stabilito, Crespino giapponese è in grado di diffondersi attraverso una varietà di tipi di suolo, in condizioni variabili e riproduce rapidamente attraverso semi, rizomi, e stratificazione. E 'bene in pieno sole, tonalità, e tutto ciò in-between e cresce in coperte di spessore che coprono più di fiori selvatici nativi e alberelli impedendo loro di ottenere stabilito o di essere impollinati.

Controllo di specie di piante invasive

Crespino giapponese ha un 90% tasso di germinazione dei semi e gli uccelli che mangiano i semi li porterà via per depositarli in luoghi nuovi dove la pianta rapidamente radici e si diffonde. I precedenti tentativi di sviluppare cultivar sterili di specie invasive come il crespino giapponese può essere inefficace o addirittura dannoso in quanto queste piante possono impollinazione incrociata con specie autoctone locali e diventare ancora più efficace a colonizzare lo spazio.

Come Crespino giapponese e Malattia di Lyme sono connessi

I cespugli di crespino giapponese testato dai ricercatori CAES sono stati trovati per avere una media di 120 Lyme zecche malattia da HIV per acro, rispetto a circa 10 zecche infette per acro in quelle aree popolate da alberi autoctoni e specie vegetali senza crespino giapponese presente. Questo sembra essere dovuto, almeno in parte, per la ritenzione di umidità che si verifica con la fitta blanketing del crespino, un ambiente particolarmente amato dalle zecche che fanno meglio in giro 80% umidità. Ward e Williams hanno rilevato che in zone soleggiate, senza l'impianto di questo livello di umidità si è verificato soltanto per circa un'ora al giorno, mentre sotto crespino giapponese c'era solo un'ora al giorno in cui i livelli sono scesi sotto 80% umidità. Questo consente l'alimentazione dilagante, foraggiamento, e la riproduzione delle zecche, soprattutto perché bianco-footed topi, un host tick favorito, inoltre godere di vivere sotto il crespino.

Uccidere Crespino giapponese per diminuire la malattia di Lyme

Crespino giapponese, oltre ad aumentare il rischio di contrarre la malattia di Lyme, influisce anche la qualità del suolo e contribuisce all'erosione del suolo che colpisce le fonti d'acqua nelle vicinanze. Per controllare la diffusione del crespino giapponese è difficile, ma i ricercatori CAES sviluppato un piano a due fasi: uccidere la pianta fuori terra tagliando o bruciando con un cannello a gas propano, poi trattare la ricrescita della radice con un erbicida chimico. In Oxford, il lavoro già fatto per tagliare e bruciare il crespino giapponese sarà seguito nel mese di ottobre con l'applicazione di erbicidi per uccidere la pianta indebolita. Gli esperti suggeriscono che diversi round di questo programma in due fasi saranno necessari per le aree consolidate della pianta invasiva.

Ripristino della biodiversità per il Controllo delle Malattie di Lyme

Semplicemente uccidendo la pianta non è sufficiente, tuttavia, come l'area deve essere piantato con flora nativa per ristabilire la biodiversità e ridurre il rischio di altre specie invasive sfruttando terreno privo. Paesaggisti bisogno di essere consapevoli di fauna locale, tra cui cervi, in modo da impostare recinti degli animali e prevenire le piante di essere mangiato e / o calpestati prima che diventino stabiliti.

Alla luce delle recenti rivelazioni da parte del US Centers for Disease Control che i tassi di infezione sono circa dieci volte i dati precedentemente pubblicati, a 300,000 casi di malattia di Lyme un anno negli Stati Uniti, adozione di misure per ripristinare la biodiversità, ridurre il numero di tick, e ridurre il rischio di esposizione a batteri della malattia di Lyme, rimuovendo crespino giapponese sembra sempre più saggia.

Riferimento

Metodi di controllo Guida di riferimento Crespino giapponese per la Forestale e professionali gestori Forestale, Bollettino Speciale, Febbraio 2013, Da Jeffrey S. Ward, Scott C. Williams, e Thomas E. Worthley.

{ 0 commenti… aggiungere un }

Lascia un tuo commento