≡ Menu,,en,clicca per tornare a casa,,en,Errore fatale,,en,Chiama alla funzione non definita vertical_menu,,en,home / content / 56/7806356 / html / wp-content / plugins / exec-php / include / runtime.php,,en,eval,,en,codice,,en,in linea,,en

Rischio danni ai nervi raddoppiata con antibiotici comuni

fluorquinolone side effects peripheral neuropathy lyme diseaseGli antibiotici usati per trattare la malattia di Lyme può raddoppiare il rischio di danni permanenti ai nervi, secondo un nuovo studio pubblicato sulla rivista Neurology. Cipro, Avelox e Levaquin non sono la prima linea di attacco per la malattia di Lyme, ma la carenza di doxiciclina e l'aumento dei prezzi di questo farmaco popolare può significare che più persone rispetto a prima sono sensibili a questo rischio di neuropatia.

Gli antibiotici, che sono conosciuti collettivamente come fluorquinolones, sono stati precedentemente legati a malattie del fegato, distacco di retina e malattie renali ma questa è la prima volta che è stato effettuato il collegamento tra ciprofloxacina, mocifloxacin e levofloxacina e neuropatia periferica.

Come i sintomi della malattia di Lyme possono includere dolore neuropatico e parestesia può essere che il rischio è ancora più elevato per coloro che vengono trattati con questi farmaci per Borreliosi come segni di danni ai nervi possono essere mascherati dai sintomi della condizione, permettendo un trattamento inadeguato di continuare incontrollato. Alcune persone che assumono ciprofloxacina hanno sperimentato gonfiore delle articolazioni, compresi tendinite, che potrebbe essere simile a Lyme sintomi di artrite.

Quali sono fluorquinolones?

Fluorquinolones sono una delle classi di antibiotici più comunemente prescritti e sono tipicamente utilizzati per infezioni respiratorie e infezioni del tratto urinario. I potenziali effetti collaterali di questi farmaci ha portato alla FDA che rilasciano un mandato di etichettare i farmaci con un avvertimento notando che c'erano state segnalazioni di neuropatia periferica, che provoca debolezza muscolare, intorpidimento e dolore con il loro uso.

La nuova ricerca ha esaminato la pena di un decennio di cartelle cliniche per circa un milione di uomini americani di età compresa tra 45-80 e ha trovato quegli uomini che erano stati diagnosticati con neuropatia periferica. Hanno poi cercato di vedere se questi uomini erano stati prescritti fluorquinolones e rispetto loro con finasteride controlli di casi e uomini prescritto, un farmaco che non è collegato a danni ai nervi.

Ciò che i ricercatori hanno trovato era che gli uomini che hanno preso fluorquinolines erano due volte più probabilità di sviluppare neuropatia periferica, specialmente se stavano prendendo il farmaco per la prima volta. Mahyar Etminan e colleghi presso l'Università della British Columbia identificato 6,226 casi di neuropatia periferica e ha confrontato queste 24,904 Controlli. Quelle attualmente utilizzano fluorquinolones avevano un rischio relativo di 1.83 di sviluppare neuropatia periferica, i.e. erano quasi il doppio delle probabilità di sviluppare la malattia rispetto a quelli che non fluorquinolones. Coloro che utilizzano i farmaci per la prima volta sono stati più del doppio delle probabilità di sviluppare neuropatia periferica (RR 2.07).

Fluorquinolones e distacco retinico

I ricercatori che studiano questo contesto sono stati anche coloro che in precedenza aveva notato 445 casi di distacco di retina in 989,591 persone in visita un oculista dopo aver fluorquinolones in BC, Canada. Health Canada ha emesso un avviso circa i farmaci dopo questi risultati sono stati rilasciati, ma molti medici continuano a prescrivere i farmaci, perché sono altamente efficaci per una serie di infezioni per preservare la salute, con l'uso di integratori da siti come Fitngeeky.com/.


Fluorquinolones hanno una azione ad ampio spettro e sono facilmente assorbiti nel senso che sono paragonabili agli antibiotici per via endovenosa e può combattere un sacco di diversi batteri. Per le persone con malattia di Lyme, che spesso hanno co-infezioni come la babesiosi e Bartonella, questa copertura a tappeto quasi di batteri patogeni è particolarmente utile.

Rapida insorgenza di neuropatia periferica con Cipro e Levaquin

All'inizio di ricerca, pubblicato nel 2001, osservato che l'insorgenza di neuropatia periferica è di solito rapido con l'uso di fluorquinolones (Cohen). I ricercatori hanno esaminato menzioni di questo effetto collaterale sui forum di internet per trovare casi e ha concluso che quasi tre quarti (71%) dei casi avevano sintomi coinvolti durata superiore a tre mesi, con 58% durata più di un anno. Un terzo (33%) dei casi ha visto i sintomi si manifestano entro 24 ore di iniziare il trattamento con fluorquinolones, 58% si è verificato all'interno di 72 orario, e 84% avvenuto entro la prima settimana di prendere i farmaci. L'antibiotico più comunemente prescritto in questi casi era levofloxacina (33/60 casi), con ciprofloxacina secondo (11/60). In otto casi stesso antibiotico stato prescritto due volte, suggerendo che i medici erano a conoscenza del legame tra la neuropatia periferica e fluorquinolones.

Per molti pazienti l'uso di fluorquinolones permette loro di rimanere fuori dall'ospedale come possono evitare gli antibiotici IV, ma per le persone con malattia di Lyme questi farmaci non sono la prima linea di trattamento e con Borreliosi già aumentando il rischio di nervo permanente medici danno vengono avvertiti di essere più cauti nel prescrivere tali farmaci.

Riferimenti

Cohen JS. La neuropatia periferica associata a fluorochinoloni. Ann Pharmacother. 2001 Dicembre;35(12):1540-7.

Etminan, M., Brophy, J. M., Samii, A., Uso fluorochinolone orale e rischio di neuropatia periferica: Uno studio pharmacoepidemiologic. Neurologia, Pubblicato online prima stampa agosto 22, 2014, due: 10.1212/WNL.0000000000000846.

{ 0 commenti… aggiungere un }

Lascia un tuo commento