≡ Menu,,en,clicca per tornare a casa,,en,Errore fatale,,en,Chiama alla funzione non definita vertical_menu,,en,home / content / 56/7806356 / html / wp-content / plugins / exec-php / include / runtime.php,,en,eval,,en,codice,,en,in linea,,en

Aumento malattia di Lyme, nel sud della Gran Bretagna

uk tick lyme diseaseRicercatori nel Regno Unito hanno appena pubblicato un articolo sulla rivista Epidemiology and Infection relazioni sul più grande serie di casi confermati di La malattia di Lyme nel paese. I loro risultati indicano che non solo è l'infezione molto più comune di quanto si pensasse, ma che i pazienti’ i sintomi possono variare notevolmente, posa qualcosa di un dilemma per i medici inesperti.

The paper, da Dryden e colleghi, dettagli 508 pazienti che sono stati valutati in un unico ospedale nel sud Inghilterra tra 1992 e 2012.
I pazienti sono risultati positivi per la malattia di Lyme utilizzando il sistema di test a due livelli raccomandati di ELISA e immunoblot e aveva una varietà di sintomi tra cui:


  • Eruzione cutanea (71%)
  • sintomi neurologici (16% – 50% dei quali aveva VII paralisi dei nervi cranici)
  • artropatia (8%)
  • piressia (5%)
  • anomalie cardiache (1%)
  • sintomi non specifici: fatica, mialgia, cambiamenti cognitivi (20%).

In media il tempo che intercorre tra il paziente essere stato morso da una zecca e lo sviluppo di sintomi clinici era 15 giorno, con la maggior parte quindi in attesa un'altra 14 giorni prima di ricevere una diagnosi e / o il trattamento clinico. Tuttavia, solo un terzo dei pazienti ha potuto chiaramente ricordare una puntura di zecca che precede i sintomi.

Un altro gruppo di pazienti, che non sono stati inclusi in questo caso di studio, credevano di avere la malattia di Lyme sulla base di una puntura di zecca probabile, ma non prova positiva sul ELISA o immunoblot e aveva sintomi soggettivi che i ricercatori non hanno classificano come malattia di Lyme. Essi hanno sottolineato l'importanza di applicare un'etichetta alternativa alla condizione subita da questi pazienti al fine di distinguerla da malattia di Lyme sé. Come tale, hanno chiamato questo insieme di sintomi come la neuropatia cronica artropodi (PUÒ)

Malattia di Lyme Per lo più un fenomeno estivo nel Regno Unito

Quei pazienti che hanno presentato con la malattia di Lyme tendevano ad aver acquisito la condizione nei mesi estivi e di essere in entrambi i loro primi dieci anni di vita o nei loro anni sessanta. Un po ' 95% dei pazienti si credeva di essere diventato infettati con i batteri di Lyme epizootica nel Regno Unito, il resto contrarre l'infezione all'estero. Standard terapia antibiotica efficacemente risolto l'infezione in quasi tutti i pazienti e le recidive della malattia era rara.

Questo caso studio ha rilevato che tra il 1992 e 2012 Il tasso medio di borreliosi nel Regno Unito era 9.8/100 000, con il tasso di aumento ogni anno fino al livellamento in 2009. Il tasso nazionale riportati durante questo periodo era solo 1.7/100 000, evidenziando una notevole disparità che potrebbero influire sulla probabilità di un pensiero medico per testare per l'infezione.

Come abbiamo notato prima al LymeDiseaseGuide.org, sembra che vi sia una differenza nei sintomi causati da diverse sottospecie di Borrelia, il che significa che quelli infettati in Europa tendono ad avere sintomi più neurologici, mentre quelli negli Stati Uniti di solito riportano dolori articolari (artropatia) più frequentemente. Se un paziente ha acquisito l'infezione quando si viaggia questo potrebbe causare una certa confusione sulla eziologia di sintomi e la diagnosi di ritardo, illustrando la necessità di migliorare l'educazione del medico e l'assunzione di una dettagliata storia medica e di viaggio per tutti i pazienti con i sintomi della malattia di Lyme nel Regno Unito o all'estero.

Riferimento

Dryden, M.S., Saeed, K., Ogborn, S., swales, F. Borreliosi di Lyme, nel sud della Gran Bretagna e un caso per una nuova sindrome, neuropatia cronica artropodi. Epidemiol Infettare. 2014 Maggio 9:1-12.

{ 0 commenti… aggiungere un }

Lascia un tuo commento